INTERNAZIONALIZZAZIONE TURNAROUND CONSULENZA AZIENDALE CONSULENZA SOCIETARIA AREA FISCALE E TRIBUTARIA CONTROLLO DI GESTIONE
Crossborder
Opportunità di sviluppo
in Romania
ed Est Europa
Turnaround
Strategie di superamento
della crisi aziendale
Consulenza Aziendale
Organizzare,
Analizzare,
Pianificare, Elaborare
Consulenza Societaria
Guidare l'impresa
in operazioni straordinarie
Fiscale e Tributaria
Integrare la pianificazione fiscale
in fase progettuale
Controllo di Gestione
Disporre di informazioni per agire tempestivamente
 
 
  Voluntary Disclosure BIS

La Voluntary Disclosure è il provvedimento, introdotto quale strumento contro l’evasione fiscale, che consente al contribuente di regolarizzare la propria posizione, denunciando spontaneamente all’Amministrazione finanziaria i capitali/patrimoni detenuti illecitamente all’estero, ovvero “la regolarizzazione delle omissioni concernenti il quadro RW”.

La precedente Voluntary Disclosure legge 186/2014, prevedeva la denuncia di omissioni compiute sino al 30 settembre 2014,
La Voluntary Disclosure BIS, prevede la sanatoria delle violazioni commesse fino alla data del 30 settembre 2016.
Il nuovo termine ultimo di presentazione dell’istanza è il 31/07/2017, con integrazione di documentazione ed informazioni entro il 30/09/2017. Non potranno partecipare i contribuenti che hanno già aderito alla precedente Voluntary Disclosure.

Contemporaneamente alla riapertura dei termini per la nuova Voluntary Disclosure, sono stati prorogati al 31/12/2018 i termini per l’accertamento delle violazioni relative alle sole attività oggetto di VD.

Contrariamente alla precedente VD, i contribuenti dovranno procedere spontaneamente alla liquidazione ed al versamento delle somme dovute a titolo di imposte, ritenute, contributi, sanzioni ed interessi in base alla nuova istanza presentata entro il 30/09/2017, in unica soluzione o in tre rate mensili di pari importo, versando la prima rata comunque entro il 30/09/2017.
In caso di versamento insufficiente o non effettuato, gli Uffici dell’AdE procederanno con l’avvio di un procedimento di adesione richiedendo quando dovuto entro il 31/12/2018.

E’ a tutti noto che i vantaggi dell’adesione a questo processo di “collaborazione volontaria”,  sono rappresentati  da riduzioni sulle sanzioni oltreché dalla depenalizzazione di alcuni reati previsti in materia, pur comportando l’integrale pagamento delle imposte e sanzioni dovute.

Lo scenario Internazionale si sta via via modificando e debutterà nel 2018 quando vi sarà lo scambio automatico delle informazioni fiscali tra i diversi Paesi e non sarà più possibile il varo di una nuova Voluntary Disclosure.

In questa situazione, di fatto, i capitali esteri non regolarizzati diventeranno virtualmente “intoccabili”, trasformandosi in risorse “dormienti”, di cui si potrà disporre con difficoltà ed a prezzo di importanti rischi.

La Voluntary Disclosure BIS rappresenta quindi l’ultima possibilità per regolarizzare ed usufruire liberamente dei propri capitali detenuti all’estero, pur pagando le imposte dovute in misura piena, ma limitando sanzioni e responsabilità penali.

Tuttavia, la procedura di adesione a questo procedimento di collaborazione volontaria è molto complessa e prevede OBBLIGATORIAMENTE l’avvio tramite un Dottore Commercialista od un Avvocato, il quale dovrà documentare e circostanziare le modalità con cui sono state generate e gestite nel tempo TUTTE le disponibilità illecitamente detenute all’estero, producendo i dettagli utili per la ricostruzione dei redditi in termini di ammontare, qualificazione giuridica e sottesa tassazione.

Accanto alla regolarizzazione dei capitali detenuti all’estero, è stata prevista anche una sorta di “voluntary nazionale” a cui possono accedere tutti i contribuenti, anche le società di capitali per sanare le violazioni degli obblighi di dichiarazione ai fini delle imposte sui redditi, addizionali, imposte sostitutive, Irap e Iva, nonché le violazioni relative alla dichiarazione dei sostituti d’imposta, commesse sempre fino al 30 settembre 2016.

In questo contesto i tributaristi ed avvocati della CSA International Consulting, grazie all’esperienza ed alla competenza in ambito patrimoniale e fiscale, sono in grado di assistere, indirizzare e supportare il Cliente in tutta la complessa dinamica della procedura, curandone ogni fase, dall’iniziale raccolta della documentazione sino al buon esito dell’operazione.

Nel rispetto della massima riservatezza, verrà prima tenuto un incontro, riservato e gratuito, in cui si valuteranno presupposti e specificità del singolo caso. Solo in esito ad un reciproco gradimento, si avvierà la fase di assistenza professionale.

Ricordando che il termine ultimo per aderire al procedimento di Voluntary Disclosure è il 31/07/2017, il nostro Team resta a disposizione per qualsiasi informazione in merito.

 

09/21
AGGIORNAMENTI FISCALI
Da ottobre servizi on line del Fisco solo con SPID CIE e CNS per i cittadini
09/21
SCADENZIARIO
Richiedi informazioni
TUTTI I CAMPI SONO OBBLIGATORI
Nome
Cognome
Telefono
E-Mail
Info
Control Code
  inserisci il codice di controllo
CONTATTI
CSA International Consulting Srl
Piazza Sant'Angelo, 1 - 20121 Milano
Tel: +39.02.54123457 - Tel.: +39.02.65560922
E-mail: studio@csaconsulting.eu
www.csaconsulting.eu


I NOSTRI VALORI
Vision-Mission
Business Approach
Organizzazione

IL NOSTRO TEAM
Le Sedi
Il Team

SITE MAP
Copyright © 2013 CSA International Consulting.
All rights reserved.
Policy | P.I. 07999590966 | REA: MI-1996312